La vita è meravigliosa (1946)

Buon anno a tutti voi miei cari!!! 🙂 Scusate il ritardo, ho avuto qualche imprevisto in questi giorni. Presumo che il periodo delle feste abbia bene o male travolto tutti… spero comunque di non essere l’unica ad essersi strafogata 😀 Abbiamo lasciato alle spalle il 2014 ed ora è doveroso partire con la giusta marcia col tanto atteso 2015 🙂 Oggi voglio dedicare il posto di primo film di questo nuovo anno al capolavoro per eccellenza del regista Frank Capra, un classico intramontabile avvolto in una magia tutta sua e che è stato acclamato per decenni in tutto il mondo, anche se rimane custodito principalmente nei cuori americani. Ho perso il conto di quanti film e serie televisive abbiano fatto omaggio a questo pilastro del cinema! Poco conosciuto ai più giovani, merita ugualmente di essere visto nella sua forma originale in bianco e nero o nella versione a colori. Non c’è modo migliore per incominciare l’anno, sebbene sia ambientato nel periodo natalizio non scartatelo a priori! 😉

TRAMA

La storia narra della vita di George Bailey, un giovane ragazzo nato e cresciuto nella piccola Bedford. Il suo sogno è partire alla scoperta del mondo, laurearsi e costruire case, ma le vicende non gli sono favorevoli e si trova di fronte ad una scelta: se partire o continuare l’opera del padre per il bene della città oppressa dall’avaro capitalista Henry Potter. Passano gli anni, ma quello non sarà il solo momento difficile nella vita di George che molti anni dopo, in preda alla disperazione, si rivolge a Dio affinché agli mandi un aiuto…

VitaMeravigliosa2

CONSIDERAZIONI PERSONALI

Il film si apre con le preghiere degli abitanti di Bedford per George che preso da un momento di sconforto decide di allontanarsi da tutti per compiere un atto estremo. Nel susseguirsi del film ci viene illustrata la sua vita fino a quel giorno e non solo… Ancora oggi questo classico è capace di scuotermi l’anima, è sempre una grande gioia guardarlo e lo consiglio anche come momento di riflessione personale. “La vita è meravigliosa” non racconta solo la travagliata storia di quest’uomo, ma dei suoi sogni, del suo grande amore, delle sue battaglie e della sua umanità.

Il protagonista è interpretato dal magnifico James Stewart che ci affascina con la sua impeccabile recitazione, travolgendoci con ogni singola emozione per tutta la durata del film. Impagabili a mio avviso le scene più drammatiche, quando George realizza la gravità della situazione che l’ha investito e anche quando si ritrova a vivere un terribile paradosso. Si riesce ad immedesimarsi ed affezionarsi fin da subito al suo personaggio. Ricco di principi, altruismo, intraprendenza, amore e perseveranza George Bailey è il ritratto di un uomo che lascia un segno profondo nello spettatore, poiché comunque è umano. La sua compagna Mary è letteralmente un amore di donna, di buon cuore, forte ed intelligente; è interpretata da Donna Reed che ci ammalia anche lei con le sue notevoli performance 🙂 La loro storia raccontata in questa pellicola è bella come poche!

Una scena che mi scioglie ogni volta si svolge nei primi minuti; ci sono George e Mary da ragazzini nel bar in cui lui lavora e lei gli sussurra dolcemente “E’ questo l’orecchio dove non senti? George Bailey ti amerò fino alla morte”. Per quanto possa sembrare poco credibile detto ad una simile età, mi fa sempre un certo effetto. 🙂 Un’altra scena davvero di forte impatto è quella in cui i due giovani si trovano fianco a fianco a conversare al telefono con un amico che si trova a New York. Una scena coinvolgente, carica di sguardi sfuggenti dove i due trasudano un amore e un’estasi che non riesco a descrivervi.

lavitatel

Mi sorprendo ancora oggi ad avere le lacrime agli occhi vedendo George che entusiasta della vita torna a casa da sua moglie ed i suoi figli, trasmettendo a tutti coloro che incontra il più sincero affetto! La sorpresa che poi Mary ha in serbo per suo marito è ciò che più possa appagare un uomo, in primo luogo un uomo come lui. George si scopre così ad essere ricco di un tesoro che poche persone possono vantare!

Un’altra scena prorompente è quella in cui il vecchio Potter prova a corrompere l’animo del giovane e la reazione di quest’ultimo di fronte alla proposta di vivere finalmente la vita che tanto desiderava fin da ragazzo. Il pluripremiato Dimitri Tiomkin ha curato le stupende musiche che supportano il film, ricordandoci quanto giochino un ruolo fondamentale.

la vitapotter

Un film straordinario che tutti dovrebbero aver visto almeno una volta nella vita; una storia che lascia un profondo segno nel cuore e che ci ricorda ogni giorno di essere sinceramente grati per ogni cosa bella, che non tutto l’oro è quello che luccica e che non dovremmo mai smettere di sperare e lottare. Le mie non vogliono essere frasi fatte e spero tanto possiate anche voi ispirarvi a questo racconto in qualche modo. La componente fantastica invece lascio a voi scoprirla… Buona visione amici miei!!! 🙂

PS: scusate la solita qualità un po’ scadente…

Annunci

8 risposte a “La vita è meravigliosa (1946)

  1. Ma bentornata 😀

    Questo è uno di quei film che ho sempre voluto vedere ma che per tanti motivi non ce l’ho ancora fatta a guardarlo. Domenica penso proprio di vedermelo dato che non devo andare da nessuna parte e poi ti farò sapere 😉

    Mi piace

  2. Pingback: The family man (2000) | A qualcuno piace cinema·

Dicci la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...