Cantando sotto la pioggia (1952)

Non so dalle vostre parti, ma qui al Nord Est Italia continua a piovere a singhiozzi! In attesa che torni il sole vi propongo questo film che immortala una delle scene più famose della storia del cinema e durante un acquazzone per giunta! 🙂 Generalmente i musical non attirano molto gli spettatori, ma ritengo che questo film ad eccezione di altri sia molto più godibile. Date una possibilità a questo classico che non solo vanta canzoni tutt’ora famosissime e cantate da persone di ogni età, ma include scene di ballo molto belle.

TRAMA

La storia narra della stella Hollywoodiana Don Lockwood, attore del cinema muto, e della sua detestabile e tonta compagna di schermo Lina Lamont, invaghita per altro di quest’uomo che non la contraccambia affatto. In precedenza il giovane si prestava come cantante, ballerino e in degradanti ruoli di stuntman insieme al suo fedele e simpaticissimo amico d’infanzia Cosmo Brown. Tutto sembra scorrere splendidamente fino a quando Don si imbatte per caso in Kathy Selden che susciterà in lui dubbi, curiosità ed amore. Don non solo scopre che Kathy è una ballerina e cantante talentuosa, ma anche di dover correre ai ripari di un arduo e buffo problema subentrato con l’introduzione del sonoro…

CONSIDERAZIONI PERSONALI

Ritengo questo musical più piacevole di altri in quanto lascia molto spazio anche alla recitazione e al ballo, di grande qualità da parte di tutti e tre gli attori principali (Gene Kelly, Debbie Reynolds e Donald O’Connor). Capita di vedere musical in cui non avviene nulla di così interessante da mantenere la nostra attenzione durante l’esibizione degli attori, ma in questo film posso dire di aver goduto dei balli degli attori e di non essermi annoiata in nessun momento.

Altro punto di forza di questo film sono le situazioni ed i dialoghi comici che spessissimo dominano la scena, rendendo la commedia spiritosa, abbastanza scorrevole e nella sua semplicità unica. Tra l’altro i dialoghi sono anche molto fluidi, sobri, all’occorrenza diretti e a volte caratterizzati da vocaboli particolari.

I vestiti dei personaggi sono sempre eleganti e ben rifiniti, non solo per i momenti della recitazione, ma anche nelle scene di vita quotidiana. In alcuni frangenti vengono scelti colori appariscenti che con le giuste scelte di luci e scene creano forti contrasti davvero molto suggestivi.

Lasciatevi trascinare da questo famoso musical al ritmo di “Singin’ in the rain”, “Good morning” e non solo… 🙂 Buona visione!

Annunci

14 risposte a “Cantando sotto la pioggia (1952)

  1. Nessun film più azzeccato di questo: proprio ciò che stavo facendo oggi in centro città, cantavo sotto la pioggia, dato che ero senza ombrello. 🙂 Grazie come sempre per la tua recensione, Luce!

    Mi piace

  2. Ho provato a cercare una copia del film per rivederlo, ma non ci sono ancora riuscito. Volevo rivederlo perché è passato troppo tempo, mi ricordo in pratica solo la canzone. Come in tutti gli altri post fai sempre venire la voglia di rivederli, quindi continuerò a cercarlo. Grazie!

    Mi piace

Dicci la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...