American Beauty (1999)

Buona sera a tutti! 🙂 Il film che ho scelto oggi lo vidi per la prima volta solo due anni fa, un giorno che sono riuscita a trovare il titolo associato all’immagine della scena più famosa… la nuda e sorridente bionda sdraiata su di una distesa di petali di rosa, che continuano delicatamente a pioverle addosso. 🙂 Sapevo che era famosissimo, ma non mi era capitata l’occasione di vederlo prima… peccato, perché è davvero indimenticabile nella sua asprezza e “crudeltà”.

TRAMA

La storia narra di Lester, un comunissimo quarantenne americano frustrato, deluso e rassegnato al suo piatto tram tram quotidiano, familiare e lavorativo, ma che improvvisamente viene scosso mentalmente dalla bella e seducente Angela, amica della figlia adolescente. Questo provocherà in Lester una serie di pensieri, turbamenti e fissazioni che lo condurranno a stravolgere la sua vita.

CONSIDERAZIONI PERSONALI

Vi consiglio assolutamente questo film ricco di significati, che fanno riflettere su alcuni temi della nostra società odierna. Inoltre tiene incollati allo schermo per i diversi colpi di scena 🙂 Premetto anche che i dialoghi sono molto schietti,  vengono usate alcune parole “volgari” e certe scene hanno contenuti molto espliciti; sicuramente non è adatto ai bambini.

Mi è piaciuta l’introduzione, dove la voce narrante è quella del protagonista che racconta brevemente la sua vita, come è cambiata e anche come andrà a finire. Spetta solo a noi continuare a guardare il film per scoprire il susseguirsi dei sorprendenti eventi per capire le ragioni di tutto! Apprezzatissime da parte mia le scene in cui vengono approfondite le vite e il carattere dei personaggi “secondari”, in questo modo il film è più completo, dinamico e autentico. All’interno della famiglia aleggia un costante senso di solitudine e vuoto, proprio come se nessuno di loro si sentisse effettivamente parte del nucleo. Mi è piaciuta questa caratteristica, perché sarebbe stato troppo finto proporre la famiglia perfetta o la famiglia che al proprio interno, si spaccia per tale. Di fatti tra di loro i componenti non si impegnano a nascondere il loro effettivo stato d’animo. Non solo si sentono tre entità totalmente separate, ma le loro vite e scelte vengono anche approfondite allo stesso modo, trasmettendo così allo spettatore un senso di imminente sfascio. Man mano che le ossessioni di Lester si fanno più insistenti le sue visioni diventano più coinvolgenti e la trama si infittisce catturando lo spettatore.

Elemento di fondamentale importanza è l’enigmatica ed intrigante colonna sonora che accompagna determinate scene del film, tra cui l’introduzione, e che sembra cercare di tenere l’equilibrio precario della trama. Assolutamente non da meno le altre musiche per le situazioni di ansia e per quelle dei sogni di Lester.

Simbolo per eccellenza del film è la rosa rossa, simbolo di bellezza, ma che in questo film non si può dire non abbia le spine.

Non voglio dilungarmi oltre anche se ci sarebbe molto altro di cui parlare, infatti spero nei vostri futuri commenti 🙂 Buona visione a tutti!

Annunci

9 risposte a “American Beauty (1999)

  1. Il tuo blog mi piace un sacco 😀
    Piano piano mi vado a leggere i tuoi post 😉
    Abbiamo DECISAMENTE una passione in comune!!!

    Mi piace

  2. Sto man mano leggendo e mi piace sempre di più. Ho sempre una memoria molto labile, per esempio non ho fissato la colonna sonora, ma mi sono rimasti dentro, tra le cose trasmesse dai personaggi, il senso di insoddisfazione, di mancata realizzazione, di non riconoscimento del proprio vero essere. Tutte cose che il protagonista sembra superare… per poi finire come finisce, magari proprio per essersi tirato fuori dal’ordinario squallore. un altro film che merita la visione. Grazie di nuovo.

    Mi piace

    • 🙂 Mi fa piacerissimo!
      Anche io per certi aspetti dei film ho la memoria labile, infatti posso riguardarli all’infinito se mi piacciono 😀
      Comunque sì, è molto pesante tutto l’insieme che viene proposto in questo film ed il finale fa riflettere.
      Grazie di cosa? 🙂 Grazie a te di continuare a leggermi

      Mi piace

Dicci la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...